Archivio

Archivio Aprile 2005

Rapaci da osservare: a Messina, sul Conero, sul Beigua e nel Delta del Po

19 Aprile 2005 Commenti chiusi


Sicilia e stretto di Messina, ma anche più a nord il promontorio del Conero a sud di Ancona e il monte Beigua vicino a Genova, saranno lo scenario del Progetto Rapaci Migratori della LIPU, che prenderà il via domani 20 aprile per concludersi il 20 maggio 2005. Il progetto si basa sull?osservazione diretta dell?arrivo dei rapaci migratori, soprattutto del Falco pecchiaiolo, provenienti dall?Africa lungo il canale di Sicilia e diretti verso il Nord Europa. Cuore del progetto sarà lo stretto di Messina. La rotta degli uccelli e la consistenza della migrazione, spesso influenzati dalla direzione e dall?intensità dei venti, verranno registrati e segnalati al campo antibracconaggio LIPU attivo sul versante calabrese, dove i rapaci planano una volta superato il tratto di mare che separa la Sicilia dalla Calabria. Le informazioni che perverranno al campo antibracconaggio saranno utilizzate per prevenire e contrastare l?azione dei bracconieri, che in questa zona sparano dai bunker o addirittura dai balconi di casa, per colpire soprattutto il Falco pecchiaiolo. Unitamente a Bosforo e Gibilterra, infatti, lo stretto di Messina, in particolare in primavera, costituisce uno dei bottle-neck (colli di bottiglia) più importanti attraverso i quali passano uccelli migratori e veleggiatori.
I punti di osservazione sono posizionati, oltre che sul versante calabrese dello stretto di Messina, in numerose piccole isole che circondano la Sicilia. I rapaci saranno studiati anche in altri tre punti importanti lungo la penisola italiana: l?isola di Ventotene (in collaborazione con l?INFS- Istituto Nazionale Fauna Selvatica), il promontorio del Conero, all?interno dell?omonimo Parco Regionale, e nel Parco Regionale del Beigua (Monte Beigua). Tutti i siti coinvolti nel progetto sono ?aree importanti per gli uccelli? e facenti parte della rete delle IBA (Important Bird Areas), individuate dalla LIPU nel nostro Paese per conto BirdLife International, di cui LIPU è rappresentante per l?Italia.
Nei binocoli e cannocchiali degli osservatori LIPU verranno inquadrate specie quali Falco pecchiaiolo, la principale specie oggetto della ricerca, Falco di palude, Nibbio bruno, Falco cuculo, Lodolaio, Albanella minore, Albanella pallida, Gheppio, Capovaccaio, Cicogna bianca e Cicogna nera. >.
Anche nel Delta del Po si terrà per la prima volta un campo per lo studio dei rapaci, a cura di Guido Premuda. L’area prescelta sarà il Taglio della Falce, a sud del Bosco della Mesola, e le osservazioni di rapaci saranno comunicate al grande pubblico della Fiera del Birdwatching che per la seconda voltà si svolgerà a Comacchio (Fe), dal 28 aprile al 1° maggio 2005.
[Nella foto: Biancone, by Michele Mendi]
Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale

Mostra Wildlife Photographer of the Year 2004 alla 2° Fiera BW a Comacchio (Fe)

19 Aprile 2005 Commenti chiusi


In occasione della seconda edizione della International Po Delta Birdwatching Fair, la città lagunare di Comacchio ospiterà la mostra di fotografia naturalistica “Wildlife Photographer of the Year 2004″ organizzata dal Natural History Museum di Londra e da BBC Wildlife Magazine.
Nel suggestivo scenario della Sala dei Fuochi del complesso della Manifattura dei Marinati (Via Mazzini 200, Comacchio) saranno esposte 90 opere, tra le quali anche alcune di grandi fotografi italiani tra cui Elio Della Ferrera, Stefano Unterthiner, Marco Marangoni, Hugo Wassermann, Luca Fantoni & Danilo Porta.
Si tratta di immagini selezionate dalla prestigiosa giuria come opere d’arte dei migliori fotografi naturalisti che raccontano ciò che la natura può offrire e ciò che l’occhio esperto di un professionista sa vedere e comunicare.
La Wildlife Photographer of the Year è il maggiore e più ambito concorso internazionale di fotografia naturalistica, in grado di raccogliere oltre 18.500 immagini provenienti da 50 diverse nazioni.
Dopo l’abituale debutto delle opere presso il Natural History Museum’s Jerwood Gallery di Londra – dove le opere vincitrici vengono esposte dal 23 ottobre 2004 al 17 aprile 2005 – avrà inizio il tour mondiale della mostra, la cui prima tappa sarà Comacchio, capitale del Delta del Po e meta di numerosi fotografi naturalisti in virtù della unicità e ricchezza di questo ambiente.
La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 28 aprile al 28 maggio 2005.
Nel periodo 28 aprile – 1° maggio, in occasione della International Po Delta Birdwatching Fair, sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 23.00.
Dal 2 al 28 maggio l’orario di apertura sarà dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 18,30, giorno di chiusura il lunedì.

Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale

Aironi guardabuoi: si annuncia annata eccezionale

18 Aprile 2005 Commenti chiusi


Gli Aironi guardabuoi (Bubulcus ibis) ci mostreranno probabilmente una nuova eccezionale performance quest’anno. Infatti, dopo la stagione riproduttiva 2004 che ha visto un numero di coppie tutto sommato scarso a causa dell’inverno precedente abbastanza rigido, in grado di falcidiare le popolazioni, l’inverno successivo, cioè l’inverno appena trsacorso, è stato invece relativamente mite. Inoltre durante l’autunno notevoli contingenti di Aironi guardabuoi avevano “invaso” pacificamente la Pianura Padana (e non solo). Come risultato molti Aironi guardabuoi sono sopravissuti e si accingono a nidificare nelle garzaie miste. Sono attesi aumenti numerici presso le tradizionali colonie riproduttive e colonizzazioni di nuove aree. Nella foto, di oggi, si vede una coppia di adulti in abito riproduttivo presso il nido in una garzaia del Delta del Po.
Riferimenti: Birding Italy

Rondone maggiore recuperato nel Ravennate

18 Aprile 2005 Commenti chiusi


Il 15 Aprile è stato recuperato nel Ravennate un Rondone maggiore (Apus melba) debilitato, che attualmente è sottoposto alle cure di Paolo Ciceroni che gentilmente ci ha concesso la foto. Il Rondone maggiore, alias Rondone alpino, è specie migratrice ma scarsa nel Delta del Po.
Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale

Gaffe della Confesercenti: ?studiare Pipistrelli sono soldi sprecati??

16 Aprile 2005 1 commento


In un documento redatto dalla Confesercenti dal titolo “2005, lo spreco continua. Cento esempi di cattivo utilizzo della spesa pubblica”, compaiono lavori di svariati milioni di euro pagati dalle pubbliche amministrazioni (relativi ad acquedotti, ponti, autostrade, discariche, ecc., ecc.) mai terminati, mal progettati, antieconomici, inutili, ecc., ecc. Purtroppo però in una sola riga i solerti funzionari di Confesercenti dimostrano la loro profonda ignoranza sulle tematiche della ricerca e della conservazione, sulla legislazione comunitaria, nazionale e regionale: “La città di Prato ha stanziato 60.000 euro per la tutela del pipistrello”. Questo è davvero una vergogna. La Provincia di Prato è una delle poche amministrazioni pubbliche che ha dimostrato di saper lavorare nell’interesse dell’ambiente con competenza e professionalità. Questo sui pipistrelli è stato solo l’ultimo di tanti progetti oggetto di Convenzione tra la Provincia e il Museo de La Specola. Sono apparsi articoli sui giornali (anche Repubblica e Messaggero) e un comunicato del TG1, dove gli estensori dimostrano di non avere la minima idea di cosa sia un progetto articolato in tre anni, che coinvolge il territorio di tutta la provincia e almeno una decina di persone. Il danno è enorme. Pensate alla faccia con cui ora i funzionari di Comuni, Provincie o Regioni guarderanno i ricercatori quando andranno a proporre simili lavori. Quanto tempo ancora dovrà passare perché si impongano nuove idee che in altri paesi sono ormai sono acquisite da anni ?

Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale

Imola (Bo): trasloco di un nido di Cicogna da traliccio a nido artificiale

16 Aprile 2005 Commenti chiusi


Un eccezionale documentazione fotografica di Ciro Zini racconta le fasi del trasloco di un nido di Cicogna bianca (Ciconia ciconia) da un pericoloso traliccio ad un vicino nido artificale installato appositamente. Il tutto è avvenuto ieri pomeriggio alle ore 14 quando gli addetti della società Hera di Imola sono intervenuti per lo spostamento del nido di cicogna su traliccio MT 15Kv. La Cicogna non ha anelli, si è lasciata avvicinare a pochi metri e non è per niente timorosa. E’ volata via dal nido a pochi metri dall’operatore che metteva in sicurezza la linea e poi si è posata in un area del bacino. Questa mattina la Cicogna aveva accettato lo spostamento del nido e se lo stava tranquillamente sistemando . Anche oggi pomeriggio la cicogna se ne stava nel suo nido incurante di operatori sottostanti che caricavano tubi.

Riferimenti: Tutte le fasi dell’operazione

Tarabuso in aumento nel Delta del Po

15 Aprile 2005 2 commenti


Aumentano fortunatamente le osservazioni primaverili di Tarabuso (Botaurus stellaris) nel Delta del Po. Questa specie risulta nidificante con alcune coppie nelle zone umide attorno a Jolanda, Bando ed Ostellato in provincia di Ferrara, mentre era praticamente assente dal Delta esterno da vari anni. Questa mattina l’individuo della foto si è mostrato sul bordo di alcuni laghetti artificiali nei dintorni di Gorino (Fe), mentre abbiamo appreso di una recente osservazione anche negli stagni di Torre Abate di Mesola (Fe).
Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale

Grande attesa per la Fiera del Birdwatching a Comacchio

15 Aprile 2005 Commenti chiusi


Ciao a tutti. Quest’anno a Comacchio la Fiera del BW vedrà una più incisiva e diffusa presenza del Progetto BirdingItaly, anche grazie a numerose collaborazioni instaurate con l’organizzazione della Fiera, la società Delta2000, l’Ente Parco del Delta, la Lipu, l’Asoer, il Cea di Chioggia, la Coop. Hyla, l’ATN Laguna Sud, ed altri ancora. Punti di riferimento saranno in primis lo stand di Birding Italy (in Fiera) e la Manifattura dei Marinati (dove sarà ospitata la mostra clou della Fiera); lì troverete gli operatori di Aster-Birding Italy a disposizione dei visitatori con materiali ed informazioni. Presso questi info-points sarà possibile ricevere informazioni in tempo reale sulle specie più interessanti, sulle zone migliori dove praticare il BW e sulle escursioni possibili durante i quattro giorni della Fiera. Il sottoscritto inoltre è stato incaricato dalla Lipu di tenere i corsi ufficiali di BW della Fiera e di accompagnare i visitatori durante tre escursioni. Da non mancare una visita allo stand della Lipu che presenterà una serie molto interessante di iniziative. Consigliamo di visitare anche lo stand dell’Asoer, che lancerà l’operazione “Adotta un Fenicottero”, ed il Convegno dell’Asoer che presenterà inoltre gli atti del Convegno 2004. Infine, durante i 4 giorni della Fiera sarà attivo anche il primo campo di osservazione rapaci del Delta, tenuto da Guido Premuda, al quale sarà possibile partecipare. I risultati delle osservazioni saranno disponibili in tempo reale presso lo stand di BirdingItaly. Dimenticavo: tutti i giorni, dopo la chiusura degli stands, nel dopocena, appuntamento per tutti alla Manifattura dei Marinati presso la Chiesa dei Cappuccini per visitare la mostra, scambiare informazioni o solo per fare qualche chiacchiera in compagnia.
Ecco ora una serie di avvenimenti consigliati nell’ambito della Fiera. Per
avere un quadro completo di tutti gli avvenimenti e gli
appuntamenti, potete visitare: www.podeltabirdfair.it
GIOVEDI’ 28 aprile 2005
ore 9,30 – 17,00
Updating Bird Heritage – La ricerca scientifica e i progetti per il
monitoraggio e la conservazione dell’avifauna nelle Aree Protette d’Europa.
ore 12,00
Inaugurazione della mostra fotografica Wildlife Photographer of the Year
2004
, vinta quest’anno da Doug Perrine, presso la Sala dei Fuochi, complesso Manifattura dei Marinati.
ore 17,00 – 18,00
Corso di birdwatching a cura della Lipu – Lezione teorica di Menotti
Passarella, Aula workshop, Palazzo Bellini.
ore 21,00
Alla scoperta dell’oasi Proiezione di immagini fotografiche a cura di Sergio
Stignani.
Sala Audiovisivi, complesso Manifattura dei Marinati (dove sarà anche
ospitata la mostraWildlife Photographer of the Year 2004)
VENERDI’ 29 Aprile 2005
ore 9,00 – 11,30
Corso di birdwatching Lipu – Escursione gratuita presso le Vallette di
Ostellato con Menotti Passarella (ore 9,00 partenza da piazzale Fattibello;
ore 11,00 partenza per il rientro a Comacchio).
ore 10,00 – 18,00
Avifauna acquatica: esperienze a confronto Convegno tecnico scientifico
organizzato da AsOER Associazione Ornitologi Emilia-Romagna
ore 17,00 – 18,00
Corso di birdwatching a cura della Lipu – Lezione teorica di Menotti
Passarella, Aula workshop, Palazzo Bellini.
ore 21,00
Palude trionfo di vita Proiezione di immagini fotografiche a cura di Roberto
Zaffi e Luciano Piazza. Sala Audiovisivi, complesso Manifattura dei Marinati (dove sarà anche ospitata la mostra Wildlife Photographer of the Year 2004)
SABATO 30 Aprile 2005
ore 9,00 – 11,30
Corso di birdwatching Lipu – Escursione gratuita presso le Vallette di
Ostellato con Menotti Passarella (ore 9,00 partenza da piazzale Fattibello;
ore 11,00 partenza per il rientro a Comacchio).
ore 16,00
Termine ultimo per la presentazione delle opere del CONCORSO FOTOGRAFICO
Delta in focus.
ore 17,00 – 18,00
Corso di birdwatching a cura della Lipu – Lezione teorica di Menotti
Passarella, aula workshop, Palazzo Bellini.
ore 18,00 – 20,00
Presenze alate nel bacino del Mediterraneo – specie comuni e rarità.
Workshop organizzato da EBN Italia.Ospiti : Ricard Gutièrrez (SEO) che
parlerà su : “Identificazione delle berte nel Mediterraneo, Puffinus
yelkouan e Puffinus mauretanicus”
Nicola Baccetti (INFS): “Espansione e movimenti del Fenicottero nel bacino
del Mediterraneo,
Andrea Corso: “Rapaci accidentali in Italia, come trovarli e come
riconoscerli”
A seguire: PHOTOCONTEST. Si tratterà di un concorso di riconoscimento degli
uccelli sulla ditsnza di 40 foto
1° premio binocolo Zeiss Diafun 8×30
2° premio binocolo Bushnell Naturview serie Birding 10×42
3° binocolo Nikon Sportlite 10×25
Il concorso è aperto a tutti i birders con cittadinanza italiana, soluzioni
commentate da Andrea Corso.
ore 21,00
Attimi di Delta. La vita della natura nell’arco delle quattro stagioni
Proiezione di immagini fotografiche a cura di Milko Marchetti. Sala
Audiovisivi, complesso Manifattura dei Marinati (dove sarà anche ospitata la mostra Wildlife Photographer of the Year 2004)
ore 21,45
Concerto Parco Blues con l’intenso blues acustico del grande solista
newyorkese John Hammond, complesso Manifattura dei Marinati.
DOMENICA 1° Maggio 2005
ore 10,00 – 10,45
Corso di birdwatching Lipu – Lezione teorica di Menotti Passarella, Aula
workshop, Palazzo Bellini.
ore 11,00 – 14,00
Corso di birdwatching Lipu – Escurione gratuita nelle VALLI DI COMACCHIO
con Menotti Passarella (ore 11,00 partenza da piazzale Fattibello; ore 13,30
partenza per il rientro a Comacchio).
ore 17,00
Premiazione II edizione concorso nazionale di fotografia naturalistica Delta in focus 2005. Sala Polivalente, Palazzo Bellini
A seguire, fino alle ore 23,00: Mostra fotografica Wildlife Photographer of the Year 2004, presso la Sala dei Fuochi, complesso Manifattura dei Marinati
Arrivederci a tutti in Fiera

Riferimenti: Foto vincitrice Wildlife Photographer of the Year

Beccapesci nella Salina di Comacchio

14 Aprile 2005 Commenti chiusi


Prosegue il monitoraggio della migrazione del Beccapesci (Sterna sandvicensis) nella Salina di Comacchio (Ferrara), nel Delta del Po, sotto l’egida del Parco Regionale Emiliano-Romagnolo del Delta. Anche quest’anno, notevoli le ricatture, con individui inanellati in Senegal, Ucraina, Svezia e Germania. Nella foto si vede in primo piano un individuo in abito riproduttivo insieme ad un secondo individuo in abito di prima estate. Individui di questa età vengono osservati raramente in Italia, e si con ogni probabilità transitano nel Delta dopo aver svernato nel Mediterraneo, poichè i migratori transahariani rimangono di norma nei quartieri invernali anche durante la loro prima estate.
Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale

Sterpazzolina nel Delta del Po

14 Aprile 2005 Commenti chiusi


Una Sterpazzolina (Sylvia cantillans) maschio era presente ieri nel mio giardino a Gorino (Fe) nel Delta del Po. E’ questa la seconda volta che avvisto la specie nel mio giardino in vent’anni. Trattasi di migratrice scarsa nell’Italia nord-orientale.
Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale