Archivio

Archivio per la categoria ‘Sport’

Colli Euganei: arrampicatori indisciplinati non rispettano i divieti

24 Maggio 2005 1 commento


La Rocca Pendice rappresenta una meta di notevole interesse storico e geologico. La natura alpestre del luogo si deve alle forti spinte del magma che perforando la crosta terrestre, provocò il sollevarsi del caratteristico dicco trachitico (m. 320). Sulla cima si trovano i ruderi della rocca medievale, fortezza che non fu mai espugnata, uno dei pochi castelli europei eretti per volontà di uomini liberi, i cosiddetti “comitati”. Ceduta dal Vescovo di Padova nel 1161 al Barbarossa, fu fortificata ulteriormente dal conte Pagano, legato all’imperatore. Qui, egli avrebbe rinchiuso la giovane Speronella dei Delesmanini, della quale si impadronì la leggenda trasformandola in eroina della libertà comunale contro il vicario dell’imperatore, che fu poi cacciato. Con l’avvento della Serenissima Repubblica di Venezia (1405) la rocca fu trasformata in prigione di stato. Divenne poi luogo di villeggiatura della famiglia Orologio che vi costruì (1605) una casa ed una cappella, iniziata da Gaspare Orologio che morì precipitando dalla rupe. Sulle pareti rocciose di Rocca Pendice, nei Colli Euganei, si allenava il giovane Reinhold Messner, studente a Padova. Poi molti altri sono venuti a dissacrare una delle più belle meraviglie del Veneto. Poi sono arrivati i Falchi Pellegrini, che hanno deciso di mettere su casa proprio lì, visto che da millenni lo fanno (di nidificare su pareti scoscese). Poi è arrivato l’Ente Parco che, aderendo alle richieste della Lipu, ha posto un divieto (temporaneo) di arrampicata su una parte della parete. Recita il cartello posto alla base di Rocca Pendice: “Fino al 30 maggio 2005 a seguito dell’ordinanza del presidente del Parco regionale dei Colli Euganei, in accordo con il Cai Padova, Commissione Regionale Tam e Lipu, ai sensi delle Direttive “Uccelli” e “Habitat” n° 79/409/CEE e 92/43/CEEE E’ VIETATA la frequentazione dell’intera parete est di Rocca Pendice. I trasgressori saranno sanzionati a norma dell’art. 35 L.R. 38/89.” Nonostante il divieto, domenica 22 maggio 2005 erano presenti scalatori sulla parete est di Rocca Pendice sia al mattino che al pomeriggio, come si vede dalla foto ivi scattata da Menotti Passarella.

Riferimenti: Il divieto (non rispettato) pubblicizzato sul sito Cai

Marco Galiazzo medaglia d’oro ad Atene nel tiro con l’arco

20 Agosto 2004 1 commento


Marco Galiazzo, studente di Padova nato il 7 maggio 1983, ha vinto la gara del tiro con l’arco battendo per 111-109 il giapponese Hiroshi Yamamoto che si era aggiudicato il bronzo nella stessa gara alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984.

Riferimenti: Birding Italy Official Website

Ivano Brugnetti, prima medaglia d’oro nell’atletica alle Olimpiadi di Atene

20 Agosto 2004 1 commento


Ivano Brugnetti, milanese di Sesto San Giovanni, nato il 1 set 1976, ha vinto la medaglia d’oro nella 20 km di marcia con il tempo di 1ora 19’39″, precedendo lo spagnolo Francisco Fernandez (argento) e l’australiano Nathan Deakes (bronzo). Il suo più prestigioso risultato in precedenza era stato il campionato mondiale di Siviglia nel 1999 nella 50km che aveva vinto con il tempo di 3ore 47’54″ (dopo la squalifica di un altro atleta che aveva tagliato per primo il traguardo).
Riferimenti: Birding Italy Official Website

Valentina Vezzali e Giovanna Trillini, oro e argento ad Atene nel fioretto

19 Agosto 2004 1 commento


La finale fra due concittadine, marchigiane di Jesi. Per Valentina Vezzali (oro) un altro record uguagliato: quello del bis all’Olimpiade. Giovanna Trillini (argento) sale sul podio olimpico per la quarta volta consecutiva della disciplina, ed in questo, nella storia della scherma, non ha uguali.

Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale

Nuoto: prima medaglia olimpica per una staffetta italiana

17 Agosto 2004 1 commento


Emiliano Brembilla, Massimilliano Rosolino, Simone Cercato e Filippo Magnini hanno vinto il bronzo per l’Italia col tempo di 7’11”83 alle Olimpiadi di Atene. E’ la prima volta per una staffetta italiana nel nuoto. Si sono classificati dietro Usa (oro) e Australia (argento).
Riferimenti: Birding Italy Official Website

In and out: in è Federica Pellegrini, out i ragazzi cacciatori

16 Agosto 2004 35 commenti


La sedicenne Federica Pellegrini, nata a Mirano Venezia il 5 agosto 1988, e abitante a Spinea Venezia ha vinto con il tempo di 1’58″02 la semifinale dei 200 stile libero, stabilendo il nuovo primato italiano nonchè il miglior tempo fra le 8 finaliste. Il suo precedente record era del 2 luglio 2004, quando ai Campionati italiani di Pesaro aveva stabilito il primato con 1’58″59. Ha messo dietro anche la campionessa mondiale Franziska van Almsick, che detiene il record da 10 anni. Out sono invece tutti quei ragazzi italiani che, appena presa la licenza, andranno a caccia per la prima volta a fine estate, nell’anno più tragico per la fauna in Italia, con le “regioni selvagge” che hanno aperto la caccia alle specie protette.
Riferimenti: Foto di Federica Pellegrini e famiglia

In and out: in è Manu Ginobili, out è Marioluigi Bruschini

16 Agosto 2004 Commenti chiusi


Emanuel David Ginobili, detto “Manu” è nato a Bahía Blanca in Argentina il 28 luglio 1977. Ha giocato con il Viola Reggio Calabria nel 1998/99 e poi con la Kinder Bologna. Col suo tiro finale ha permesso la vittoria sulla Serbia-Montenegro per 83-82 dell’Argentina, che si è presa così la rivincita per la sconfitta di due anni fa ai Campionati Mondiali. Marioluigi Bruschini è invece l’Assessore alla caccia della Regione Emilia-Romagna, del partito dei Comunisti Italiani, che ha difeso la legge ammazza-tortore, approvata dal Consiglio Regionale e voluta dai consiglieri di destra di Alleanza Nazionale. Egli ha detto: “La Tortora dal collare, è una specie non originaria del territorio italiano che, oltre ad entrare in competizione con la specie autoctona, a causa dell’eccessiva prolificazione soprattutto in ambiente cittadino, spostandosi nelle campagne arreca danni evidenti alle colture, in particolare alle oleaginose”. Vedi le risposte a Bruschini in questo blog.
Riferimenti: Visita il sito ufficiale di "Manu" Ginobili

In and out: in è Aldo Montano, out-out il governo italiano

15 Agosto 2004 Commenti chiusi


Il tema è l?immagine dell?Italia all?estero. Aldo Montano, nato a Livorno il 18 novembre 1978, vincendo nella scherma la seconda medaglia d?oro per l?Italia alle Olimpiadi di Atene, contribuisce chiaramente a dare un?immagine positiva del nostro paese. Mentre il governo Berlusconi, con la sua proposta di concedere la cittadinanza onoraria a Robert De Niro, ha mandato su tutte le furie la comunità degli italiani d?America. Perché ? Beh, intanto De Niro ha sempre detto di essere orgoglioso delle sue origini ? irlandesi ! Inoltre l?attore non ha mai fatto nulla in favore della comunità degli italo-americani, che lo considerano deleterio per l?immagine degli italiani all?estero a causa dei suoi film che ci mostrano sempre come malavitosi. Perciò, a dispetto dell??invenzione? del Ministero per gli italiani all?estero, gli italoamericani si chiedono: ?Quando, se non mai, il governo ha preso posizioni in favore dei migranti italiani e dei loro discendenti ? Non c?è nessuna evidenza che questo sia accaduto o stia accadendo? Ed ancora:?Consideriamo un oltraggio la proposta di concedere la cittadinanza onoraria a Robert De Niro. Ha mai pensato Berlusconi di concedere tale onore a quelli che per anni si sono distinti difendendo l?immagine dell?Italia, degli italiani e dei loro discendenti ??

Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale

In and Out: in è Paolo Bettini, out la caccia questa estate

15 Agosto 2004 3 commenti


Sulla caccia sarebbe da stendere un velo pietoso, come durante la cerimonia di apertura dei giochi di Atene, se invece non servisse tenere desta l’attenzione sulle vergognose leggine regionali estive ammazza-tutto, di cui trovate info nell’archivio di questo blog. Consoliamoci temporaneamente con questa notizia. Il ciclista Paolo Bettini, detto “il grillo” nato a Cecina (Livorno) il 1° aprile 1974 ha vinto la prima medaglia d’oro per l’Italia alle Olimpiadi di Atene nella gara su strada. Bettini non disdegna di frequentare il web, anche se ama la vita all’aria aperta. In precedenza aveva vinto la Milano-San Remo nel 2003.
Riferimenti: Birding Italy sito ufficiale